• Facebook
  • twitter
  • you tube

AZIENDA AGRICOLA

Az.Agr. Pelliccia

Az.Agr. Pelliccia

L’Azienda Agricola Pelliccia appartiene da 4 generazioni ad una famiglia che alleva bovini da carne in modo estensivo e che ha recentemente introdotto anche l'allevamento ovino con un gregge di un centinaio di ovini sempre da carne. L’azienda si trova all'interno del parco dei monti Aurunci e si estende per più di 500 ettari tra proprietà, terreni in affitto e demani comunali. L'azienda è biologica dal 2000.

La mandria di bovini è costituita da circa 250 capi appartenenti a diverse razze, perlopiù autoctone, che ultimamente la famiglia Pelliccia sta incrociando per cercare un miglioramento con la razza marchigiana e romagnola, ma continuando anche a mantenere ceppi di razze storiche del territorio, come ad esempio il vitellone bianco di Itri. Nell'azienda Pelliccia il pascolo è l'asse portante e concorre per il 90% all'alimentazione dei bovini e al 100% dell'alimentazione degli ovini.

I bovini sono allo stato brado, hanno a disposizione dei ricoveri che vengono utilizzati generalmente nei periodi rigidi dell'inverno o in caso di necessità, per il resto l'allevamento è completamente allo stato brado. Gli animali sono quindi tutto l'anno all'aperto, liberi di pascolare. Trovano la maggior parte del nutrimento tra prati e boschi e vengono fatte integrazioni con fieno o cereali nei momenti in cui l'erba scarseggia. I cereali acquistati sono biologici.

Nell'azienda si segue la linea vacca-vitello, l'inseminazione avviene in modo naturale e i parti sono gestiti in autonomia dalle vacche che raramente hanno problemi di parto.

Per difendere i vitelli appena nati dai lupi, presenti in queste zone, sono stabulati in un ricovero con box sia interni che esterni, qui le mamme li raggiungono per allattarli. Quando raggiungono i 5-6 mesi non sono più una preda facile per i lupi e possono raggiungere il branco.

Dei nuovi nati, le vitelle femmine vengono tenute per la rimonta al fine di incrementare il numero dei capi, mentre i vitelli vengono macellati intorno ai 12-14 mesi per garantire la tenerezza delle carni che con la crescita allo stato brado determina una grana più fibrosa.

L'allevamento di pecore è nato quasi per gioco, quando la famiglia Pelliccia decise di rilevare gli ultimi gruppi di pecore della zona di Itri: diversi capi dalla razza non definita; ad oggi il gregge conta circa 100 esemplari che si stanno incrociando con la razza Sopravvissana.

Le pecore sono tenute solo per la produzione di carne e si alimentano esclusivamente con il pascolo, anche se la sera tornano all'ovile per passare la notte al riparo.

Anche in questo caso l'inseminazione è naturale e gli agnelli rimangono con le madri fino al completo svezzamento (seguendole anche al pascolo) cioè fino a 2 mesi circa, in questo modo le pecore che hanno molto latte non rischiano mastiti, si tende perciò a far esaurire in modo naturale il latte alle madri con la fase di allattamento, per questo motivo si producono solo agnelloni pesanti, superiori ai 13-14 chili di peso.

Le agnelle femmine si tengono per rimonta, al fine di aumentare il numero dei capi del gregge. La lana della tosatura delle pecore viene smaltita come rifiuto speciale in quanto la quantità è ridotta e quindi insufficiente per altri usi.

In azienda non si fa nessun tipo di mutilazione, le vacche hanno tutte le corna e le pecore la coda. Questi animali si ammalano molto raramente, l'uso di antibiotici è quindi limitato a rari casi di necessità e si seguono le regolamentazioni dei tempi del biologico in caso di trattamenti. Per le visite veterinarie periodiche si utilizzano le strutture precedentemente descritte, non vengono utilizzati ne mangimi di cortesia, ne altre tecniche per raggirare l’animale, in quanto abituato alla presenza costante dell’uomo.

Al momento della macellazione, gli animali vengono trasportati con mezzi idonei aziendali, seguendo metodi non aggressivi in considerazione il particolare momento per non stressare gli animali, grazie anche all’ausilio di strutture come passerelle e recinti appositamente realizzati in azienda. Il mattatoio scelto è privato e dista circa 50 km dall’azienda, la scelta è dovuta al fatto che tale mattatoio è autorizzato al rilascio di varie certificazioni, quali IGP, CCBI e Biologico, ma anche perché vengono rispettate appieno le norme relative alla corretta macellazione nei rispetti del benessere animale.

La carne viene venduta in una macelleria aziendale nel centro storico di Itri, sito in Via S. Gennaro, 21 con i seguenti orari d’apertura: Mattina 8:00 – 13:00 e Pomeriggio 16:00 – 21:00