• Facebook
  • twitter
  • you tube

AZIENDA AGRICOLA

Cooperativa Agricola Canedo

Cooperativa Agricola Canedo

Nella home page del sito della Cooperativa Agricola Canedo troviamo scritto qualcosa su cui siamo pienamente in accordo, e che suona lungimirante detto da un allevatore: "Riduciamo il consumo di carne e scegliamo prodotti di origine animale buoni e sostenibili", meno ma meglio insomma, noi ne siamo convinti!

Sull’Appennino a cavallo tra Val Tidone, Val Trebbia e Val Staffora, a Pozzallo, piccola frazione del comune di Romagnese (PV) nasce nel 1976, per opera di un gruppo di studenti della facoltà di Agraria di Milano, la cooperativa Canedo, che si dedica fin dall’inizio alla linea vacca-vitello, basata soprattutto sul pascolo e sulla autosufficienza per il fabbisogno di foraggi. La filosofia di questa azienda si esprime davvero bene attraverso un sito che ci tiene a comunicare in modo esaustivo i metodi produttivi, il perché di alcune scelte etiche (ed etologiche!), ambientali e l'importanza di informare i consumatori sui propri metodi virtuosi e accrescerne la sensibilità verso prodotti più sostenibili per l'ambiente, gli animali e gli esseri umani stessi.

Per quanto riguarda i metodi di allevamento "La razza allevata è la Limousine, particolarmente indicata sia per la capacità di adattamento al territorio, sia per le ottime caratteristiche organolettiche della sua carne. Le madri concepiscono e partoriscono secondo natura in ampie aree recintante in rotazione comprendenti pascoli, prati, boschi e sorgenti: ogni mandria è quindi composta da vacche, o “fattrici”, dal toro e dai vitelli che crescono allattati dalla madre fino all’età di 7/8 mesi. Già dal primo mese di età i vitellini imparano a brucare erba fresca e a socializzare fra coetanei formando caratteristici “gruppi di gioco”. Nel periodo invernale vengono somministrati fieno e insilati prodotti in azienda sia tramite apposita gabbia mobile “portaballone” direttamente al pascolo, sia negli appositi ricoveri della stalla, centro aziendale. La cooperativa non ricorre a piani vaccinali ne sono previsti trattamenti preventivi con farmaci allopatici. La dieta è bilanciata a seconda dell’età: ai bovini destinati alla macellazione, circa 60 l’anno, vengono somministrati in aggiunta al foraggio orzo, mais, fava e pisello biologici. Tori e fattrici si alimentano prevalentemente ad erba naturalmente selezionata dal bovino e brucata al pascolo; nel periodo invernale dicembre-aprile, quando per motivi gestionali pre-parto sono ricoverati in stalla a stabulazione libera, vengono loro somministrati unicamente foraggi prodotti in azienda: 7,5 kg di fieno, 15 kg di fienosilo (fieno verde conservato naturalmente). Anche al pascolo in inverno, la mandria dispone di circa 16 kg al giorno di fieno in portaballoni e integrazione di sale con rulli. Le manze da riproduzione vengono alimentate manualmente con 6 kg di fieno e circa 3 kg di una miscela composta da cereali e fave. Le manze da ingrasso ricevono un 25% in più della razione precedente. I vitelli vengono lasciati sotto le madri con fieno a volontà a disposizione e 2,5 kg di miscela di cereali e fave (dai 3 mesi allo svezzamento a 8 mesi circa). Successivamente vengono separati e alimentati con 6 kg di fieno e la miscela costituita da orzo, mais, fave. Quest’ultima viene somministrata in dosi da 3,2 kg in aumento poi nell'ultimo periodo di finissaggio, pur rispettando il disciplinare biologico che indica che almeno il 60% della sostanza secca ingerita giornalmente provenga da foraggio".

La cooperativa Canedo è anche tra i protagonisti di Another farming is possible, il documentario di Mariella Bussolati, che abbiamo recensito su questo sito nella sezione approfondimenti, quindi potete vedere voi stessi le bellissime Linousine al pascolo in mezzo alla neve!

La cooperativa lavora principalmente con i Gas, ma accetta anche ordini da privati che abitano nelle zone dei singoli gruppi di acquisto (all'interno dell'area delimitata Varzi, Pavia, Milano, Brescia, Piacenza), in modo da invitare i privati a ritirare il pacchetto alla consegna del Gas più vicino o a ritirarla al laboratorio di preparazione di Varzi, incentivando anche la pratica della spesa a km zero.