• Facebook
  • twitter
  • you tube

AZIENDA AGRICOLA

Fattoria I Piani

Fattoria I Piani

La Fattoria i Piani nasce nel 2002, sulle colline tra Bologna e Firenze. Inizia la sua attività con 25 capre camosciate che ad oggi sono circa 100 capi che hanno a disposizione 40 ettari in cui muoversi liberamente, 9 ettari sono costituiti da prati di erba medica e il resto è bosco. Marco mi spiega che le capre prediligono i bordi dei campi, le siepi e amano molto il bosco, nell'allevamento ci sono anche due laghi in cui le capre si abbeverano a loro piacimento, potendo scegliere in alternativa anche l'acqua dell'acquedotto che viene loro fornita in apposite vasche. Queste capre appartengono alla razza Camosciata delle Alpi, una razza originaria del la Svizzera, che ad oggi è diffusa in molti paesi europei.

La fattoria I Piani è da sempre certificata biologica e gli animali sono al pascolo da quando inizia la bella stagione e spuntano le prime foglie, fino ai primi di ottobre; le capre passano la loro giornata fuori dalle 8 di mattina alle 18, e la sera vengono riparate al chiuso, dal momento che l'area è popolata anche dai lupi. Le capre integrano quanto mangiano nel bosco con mangimi biologici, fieno ed erba medica prodotti in azienda, mais e orzo comprati a km zero. La monta avviene in modo naturale, in media c'è un caprone ogni 25 capre. Ci racconta Marco che i caproni sono testardi, combattivi (soprattutto tra loro) e indipendenti, per cui a loro viene messo un campanaccio per ritrovarli, mentre le capre, gregarie e più docili, sono più collaborative nel farsi trovare al richiamo o negli spostamenti guidati dall'uomo. La produzione di latte avviene circa da metà febbraio fino ai primi di novembre, poi segue un periodo di riposo e di gestazione, in cui le capre non vengono munte e ci si riposa. I capretti vengono allattati separatamente dalle madri per prevenire mastiti e una particolare malattia, la caev, una malattia virale non pericolosa per gli esseri umani, ma che può presentarsi in modo anche latente per l'animale, la cui principale via di trasmissione consiste proprio nel contagio dei capretti neonati tramite il colostro o il latte. Tra i nuovi nati le femmine sono destinate a fare il latte e i maschi, se non vengono selezionati per la riproduzione, vengono macellati per pasqua. Marco li porta personalmente in gruppetti di 10-15 capi alla volta ad un macello di fiducia a 18 km di distanza che macella subito per diminuire il tempo di attesa in macello e rendere il passaggio meno traumatico possibile. Le capre adulte vivono fino a 6-7 anni e muoiono principalmente di vecchiaia, quando accade vengono smaltite come carcasse.

Anche le capre possono essere allevate in modo intensivo, sono allevamenti in stalla, molto diffusi in Francia, dove si possono arrivare ad avere fino a 3000 capi insieme che non escono mai all'aperto. Ma sul sito della Fattori i Piani leggiamo: " Per noi essere biologici significa nutrire i nostri animali con alimenti naturali e senza l'utilizzo di prodotti di sintesi, rispettare i ritmi degli animali, permettergli di vivere all' aperto muovendosi al pascolo ed avendo vita sociale". Come dicevamo prima le capre sono animali estremamente gregari che necessitano quindi di un certo numero di capi per gruppo e lasciandole libere si da loro la possibilità di ricreare le giuste dinamiche sociali.

L'azienda I Piani produce una diversa quantità di formaggi e yogurt, lavorando solamente il latte delle loro capre. La mungitura viene effettuata a macchina per avere un latte con meno cariche batteriche, e il latte viene lavorato a crudo subito dopo la mungitura della mattina, il latte munto la sera viene conservato in frigorifero per la mattina dopo.

Da notare una spiccata sostenibilità ambientale dell'azienda, eccone alcuni esempi: Il siero ricavato dalla lavorazione dei formaggi non viene buttato ma riutilizzato come alimento per i maiali (che ne sono ghiotti) tenuti solo ad uso personale ma sempre allo stato brado; La fattoria I Piani ha installato un impianto fotovoltaico da 16 kw che produce la corrente necessaria all'azienda e utilizza un sistema di fitodepurazione per smaltire le acque del caseificio, dove impiega solo detergenti biodegradabili al 100%. L'acqua, una volta depurata, viene nuovamente impiegata per l'irrigazione.

I prodotti della Fattoria I Piani sono venduti direttamente in azienda e attraverso 4 mercati alla settimana, prevalentemente nella città di Bologna: Marco è uno dei promotori dell'associazione Campi Aperti e partecipa ai mercati di "genuino clandestino", una campagna di comunicazione che riscatta e da valore delle piccole produzioni contadine.