• Facebook
  • twitter
  • you tube

Benessere animale e qualità di prodotto

8 Persone hanno Votato

Barbara

14:02 PM; Feb 28, 2014

Noi siamo fermamente convinti che il benessere animale si traduca anche in una migliore qualità del prodotto, qualche esempio? Una recente ricerca condotta dall'Università della Pennsylvania ha dimostrato che le uova di galline che mangiano erba e insetti (quindi sono libere di razzolare!) contengono in realtà una quantità maggiore di omega 3 e di vitamine A, E, e D di quelle che non ne mangiano. Vi viene in mente qualche altro esempio in cui una migliore condizione di vita dell'animale si traduce in superiore qualità del prodotto?

6 CommentI

  1. Luisa on Giu 03, 2014 18:06 PM

    Il rispetto degli animali si traduce in un prodotto di maggiore qualità perché considera una corretta alimentazione, spazi e cure adeguati che sono alla base di un prodotto sano in partenza.

  2. giuditta5fri on Giu 03, 2014 14:06 PM

    Certamente , l'indirizzo generale anche della Comunità Europea è proprio questo , ammalarsi meno per usare meno farmaci , per ammalarsi meno bisogna allevare in condizioni di benessere. Credo comunque che questi semplici concetti debbano essere diffusi in modo capillare , informiamo il consumatore anche mentre e soprattutto quando facciamo la spesa , anche al supermercato.

  3. silviasco on Mag 31, 2014 23:05 PM

    In linea di massima, un animale meno stressato si ammala meno = meno necessità di farmaci = meno residui di farmaci nel prodotto...

  4. Caterina on Mar 12, 2014 21:03 PM

    Sul pascolo aggiungerei che ha anche benefici sulla carne, in quanto risulta più rossa e marmorizzata rispetto a quella di animali con vita sedentaria ed ha anche migliori proprietà organolettiche.

  5. RICCARDO on Mar 02, 2014 15:03 PM

    Non è il pascolamento che influisce sugli acidi grassi nel latte, ma l'ingestione di foraggio fresco, in particolare di alcune leguminose (trifoglio, etc. ). Le mie vacche alimentate durante l'estate con erba a volontà evidenziano valori degli acidi grassi analoghi a quelle tenute al pascolo. Il pascolo, quando possibile, resta comunque una scelta salutare per il movimento che comporta.

  6. Fabio on Feb 28, 2014 19:02 PM

    Il latte per esempio, la cui qualità è fortemente infuenzata dal pascolo. Basti pensare che poche ore di pascolo al giorno alzano notevolmente il livello di acido linoleico e omega 3. Questo poi influisce sulla filiera di tutti i latticini derivati aumentandone la qualità.