• Facebook
  • twitter
  • you tube

NEWS

Another farming is possible

Another farming is possible è un video nato da un progetto di Veterinari senza frontiere, il Golden goat international film festival, un concorso per corti lanciato per creare informazione su un tema molto importante: l'allevamento industriale è una delle cause principali dell'effetto serra, e contribuisce fino al 18 per cento alla produzione di gas climalteranti.

Non tutti gli allevamenti però sono da condannare. Per centinaia di milioni di persone che abitano nei Paesi del sud del mondo l'allevamento è l'unica forma di sopravvivenza. E' però un allevamento completamente diverso, che non inquina, ma anzi contribuisce alla fertilità del suolo, che non provoca cambiamenti climatici, ma anzi si adatta perfettamente all'ambiente, che non si basa su grandi numeri ma su piccole realtà, che non è identico in tutto il mondo ma anzi, ha un elevato grado di diversità. E' un modello che anche nei Paesi occidentali ha retto fino a qualche decina di anni fa. Ora sta scomparendo. E con esso sparisce una fonte di economia sostenibile, di benessere animale e umano, di capacità di resilienza e adattabilità.

Se il consumo di carne si basasse su prodotti provenienti da questo tipo di realtà, verrebbe prima di tutto ridotto con vantaggio di consumatori e ambiente, la qualità di ciò che mangiamo diventerebbe migliore, e soprattutto sarebbe possibile rendere reale una economia sostenibile e di piccola scala, l'unica che può avere un solido futuro. Another farming is possible parla di questo, e non a caso parla di aziende non lontane dalla grande Milano, dove junk food e cibo industriale sono l'unica offerta di massa. Proprio questi allevatori, che vivono accanto a quelli che ospitano mucche tutte dello stesso ceppo genetico, chiuse in stalle di cemento armato, nutrite con mangimi transgenici, con un ciclo vitale cortissimo e per il quale sono necessari molti farmaci, dimostrano che un'alternativa è possibile. E lo dimostrano con orgoglio, e con la certezza di chi, avendo provato anche l'altro sistema, non tornerebbe mai indietro. Le mucche di razze autoctone vivono a lungo, partoriscono fino alla fine, mangiano meno, producono meno latte che però ha un contenuto di grasso maggiore, e una dimensione dei globuli che permette un'alta resa di formaggio e un sapore ricco e pieno.

Another farming is possible 27 3 013 from http://vimeo.com/tibi on Vimeo.

Il film è molto corto, perché il festival prevedeva un massimo di 5 minuti. Per questo motivo è stata lanciata una campagna di crowdfounding su Produzioni dal basso, il primo portale italiano per la raccolta di fondi. La cifra è bassa: serve a finanziare il lavoro di montaggio e qualche ripresa in più. Chi lo desidera può contribuire con fondi, ma anche con idee, consigli e segnalazioni, visitando questo link E' possibile prenotare una quota, che poi verrà versata solo nel momento in cui il progetto raggiungerà la cifra stabilita, e per chi desidera conoscere il progetto finanziato nel dettaglio è possibile visionare lo script del film.

Il materiale è tanto, le storie sono appassionanti, le prove che l'allevamento famigliare rende economicamente e da benessere a uomini e animali sono moltissime. Potrebbe essere interessante far conoscere queste realtà a un pubblico più ampio.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Mariella Bussolati
In News